CALCIO: Racconto 2a Giornata di Campionato (Anticipo e Posticipo)

 

2 giornata campionato calcio, serie a, roma, inter, milan, palermo, catania, lazio, bologna, genoa, napoli, cagliari, lecce, chievo, siena, reggina, torino, udinese, juventus, gol, goal, pareggio, vittoria, sconfitta, classifica, posticipo 2 giornata, anticipo 2 giornata, Giuseppe Di Taranto

CALCIO: Racconto 2a Giornata di Campionato (Anticipo e Posticipo)

La seconda giornata del Campionato di calcio è stata piena di emozioni ma anche ricca di colpi di scena e belle giocate.

Partendo dagli anticipi,nel tardo pomeriggio di sabato subito emozioni al Renzo Barbera di Palermo, dove la squadra guidata dal nuovo tecnico Ballardini ha sconfitto la Roma con il risultato di 3-1.

 La squadra giallorossa nei primi 10 minuti ha illuso i suoi tifosi,mostrando il suo solito bel gioco e andando in vantaggio con il neo-acquisto Baptista, dopo una bella triangolazione tra Aquilani e Okaka(con assist di quest’ultimo).

Sembra l’epilogo di una delle solite partite della Roma,dominate dal primo all’ultimo munito;invece il Palermo reagisce prontamente e trova il pari con un gran gol del suo capitano Miccoli, un tiro preciso sotto l’incrocio dei pali dove l’ottimo e incolpevole Doni non può arrivare.

Inizia così un monologo rosa-nero che riesce a portarsi in vantaggio sempre con il solito Miccoli e chiude la partita con la giovane promessa Cavani;da segnalare l’ottima prova del brasiliano Simplicio che finalmente è riuscito a esprimersi a grandi livelli,anche grazie alla posizione di trequartista trovatagli da Ballardini.

Nell’altro anticipo della 2° giornata l’Inter riesce a superare con qualche difficoltà il Catania, guidato dall’indimenticabile bandiera interista Walter Zenga.

Eppure il Catania era passato in vantaggio con un bel colpo di testa del bomber Plasmati, che esordiva per la prima volta in serie A,dopo aver giocato la scorsa stagione in C1 tra il Foggia e il Taranto,segnando anche 10 gol.

La reazione dell’Inter è veemente e trova il pareggio un minuto dopo grazie al primo centro nel nostro campionato di Quaresma,che con il suo solito tiro(la trivella) e aiutato da una deviazione di un difensore riesce a sorprendere il portiere etneo.

 Dopo pochi minuti viene espulso giustamente il centrocampista nerazzurro Muntari dopo una vistosa manata ai danni di Tedesco.

Nel secondo tempo si concretizza la rimonta dell’Inter grazie ad una dubbia autorete di Terlizzi che il portiere Bizzari non riesce ad evitare.

Nelle partite della domenica pomeriggio doveroso partire dall’insolita coppia di capolista Lazio e Atalanta.

La squadra romana fa il suo esordio all’Olimpico e chiude la pratica Sampdoria con le reti dell’eccellente Zarate, sempre più una conferma per Delio Rossi, e del bomber macedone Pandev. Da segnalare la grande prova del portiere argentino Carrizzo che salva la porta laziale in svariate circostanze.

La squadra bergamasca riesce ad  espugnare il Dall’Ara di Bologna con un secco 1-0 grazie al gol di Guarente,che riesce ad insaccare dopo una sventurata uscita di Antonioli. Dal canto suo il Bologna prova con tutte le forze a riagguantare la partita ma l’ottimo portiere atalantino Coppola e la prova incolore del duo Di Vaio-Valiani penalizzano gli emiliani.

Tra le altre partite della domenica pomeriggio spicca il clamoroso successo del Genoa ai danni del Milan per 2-0 grazie ai gol di Sculli dopo uno splendida sponda del bomber Milito e alla rete sempre del “principe” Milito su calcio di rigore.

Ottima la prova sia del bomber genoano che del centrocampista Gasbarroni mentre per la squadra milanista buon rientro di Kakà, anche se non viene aiutato dalla squadra, e incolore le prove di Shevchenco e Ronaldinho sostituiti dopo la prima frazione di gioco da Seedorf e Borriello.

Una altra partita molto attesa era quella tra il Napoli e la Fiorentina dove i partenopei riescono a domare la furia viola con il risultato di 2-1.

Toscani in vantaggio allo scadere della prima frazione grazie al goal,in fuorigioco, di Mutu dopo un assist di tacco di Gilardino.
Nella seconda frazione il Napoli reagisce e sigla il pareggio con Hamsik dopo una grande giocata del “pocho” Lavezzi,il migliore in campo.

Il Napoli continua ad attaccare e riesce a chiudere il match con un gol dell’ex giocatore della Fiorentina Maggio che esulta in un San Paolo mezzo vuoto dopo la chiusura delle curve A e B decisa dal ministro Maroni,contestato prima della partita.

Negli altri incontri spiccano il primo successo in questo campionato del Lecce sul Chievo per 2-0 grazie ai gol di Caserta e alla prima rete nel nostro campionato di Castillo e la prima vittoria del tecnico Giampaolo sulla panchina del Siena che sconfigge la sua ex-squadra,il Cagliari con il punteggio di 2-0 grazie alle reti di Calaiò e Ghezzal.

Nell’ultimo incontro del pomeriggio pareggio tra la Reggina e il Torino per 1-1.

In vantaggio i granata con la rete dell’ex Amoruso e fortunoso pareggio calabrese con autorete di Di Loreto.

Nel posticipo della 2° giornata vittoria meritata della Juventus ai danni dell’Udinese per 1-0 grazie al gol di Amauri.

Partita completamente dominata dai bianconeri torinesi che vanno vicini al gol con il colpo di testa di Amauri,che si infrange sul palo, e con un violento tiro di Poulsen che sbatte sulla traversa. Altre occasioni sono state sventate dall’ottimo portiere friulano Handanovic,migliore dei suoi, sulle conclusioni di Iaquinta, Sissoko e Nedved.

Nel finale della partita dubbio l’intervento del rientrante Chiellini ai danni di Floro Flores ma l’arbitro lascia proseguire.

Così la seconda giornata si chiude con Lazio e Atalanta in testa con 6 punti con Juventus e Inter che inseguono a 4;chiudono la classifica Milan e Cagliari ancora a quota 0.

 

 

 

Articolo a cura di Giuseppe Di Taranto

Be Sociable, Share!

Leave a Reply